**DEMO**
to 62 2
Modifica
inviato da Demo 07/04/2018 alle ore 20:48

PIANEZZA-MIRAFIORI   3-1 (2-1 FEDERALE 2-0 1-0 0-1)

RETI: 5’ Rizzi (P), 11’ Rapaglià (P), 10’ st Bacilieri (P), 15’ tt Lusitano (M).

PIANEZZA: Navilli, Capogna, Bacilieri, Rizzi, Nazzareno, Rovey, Rapaglià, Eleuteri, Ceretto, Mancini. All. Vicentini.

MIRAFIORI: Drago, Tassone, Brancardo, Viberti, Addario, Sindona, Fanelli, De Martino, Vacca, Sacco, Lusitano. All. Ghione.

MIGLIORI: Sacco, Rizzi.

 

Ivan Viglialoro

Pianezza (To)

In quel di Pianezza va in scena un’avvincente gara tra i padroni di casa di Vicentini e gli agguerriti ospiti torinesi del Mirafiori. Il match sembra inizialmente molto equilibrato con un’occasione per parte. Ad aprire le danze sono proprio biancorossi con Rizzi che ci prova di destro ma la conclusione è debole e centrale per impensierire Drago, mentre la risposta ospite arriva al 4’ con Sacco che ci prova con un delicato pallonetto che però si spegne alto alle spalle dell’estremo difensore pianezzese. Ma il gol è nell’aria ed ecco che si materializza al 5’ del primo tempo con il solito Rizzi che con una potente punizione dalla distanza batte Drago e scrive il vantaggio per i suoi. Un tiro potente ma anche preciso, che si insacca nell’angolino basso. Il vantaggio tranquillizza i padroni di casa che dopo appena 6’ dal vantaggio raddoppiano. Questa volta la forma la mette Rapaglià che sfrutta a dovere un buco in marcatura creatosi sugli sviluppi di calcio d’angolo battuto da Rizzi. Verso la fine del primo tempo ci sarebbe l’occasione per gli ospiti di rimettersi in partita ma Lusitano a tu per tu con l’estremo difensore di casa spara alto vanificando la netta occasione da gol. La ripresa si apre la voglia dei ragazzi di Vicentini di chiuderla e al 1’ è Bacilieri ad andarci vicino ma il contropiede ben orchestrato dai biancorossi vieni cestinato dall’attaccante con un tiro a lato rispetto alla porta. Ma nonostante le occasioni sprecate il Pianezza passa ancora: è il 10’ quando Bacilieri, autore del precedente errore, effettua un tap-in comodo e semplice da due passi dopo un prodigioso quanto inutile salvataggio di Sindona sulla linea. Il difetto principale dei ragazzi di Ghione sembra essere la mira, tanto è che al 15’ il tiro del  solito Lusitano si spegne alto sulla traversa così come i precedenti. Tanta volontà e buoni spunti ma poca concretezza dunque per i gialloblù che possono recriminare qualcosa sotto questo aspetto. Ma la grinta dei torinesi esce fuori nell’ultima frazione di gioco quando le azioni insistite ed il buon possesso palla porta alla rete che, quanto meno, limita il passivo. Ad andare a segno è sempre Lusitano, che forse nell’occasione meno nitida realizza da due passi dopo una svirgolata di Sacco e decreta il definitivo 1-3.