**DEMO**
Un pareggio che vuol dire playoff
Modifica
inviato da Demo 13/05/2018 alle ore 20:41

Se il campionato è tornato ad avere connotati decisamente accattivanti in zona playoff lo si deve in buona parte all’Oleggio. Ottimo gioco, grande compattezza e buona continuità hanno portato la squadra di Dossena a poche lunghezze da un’Accademia che fino ai primi sintomi della primavera sembrava irraggiungibile. Inoppugnabili sono anche i meriti dell’Omegna di Gherardini, capace di disputare partite di altissimo livello anche e soprattutto contro le prime della classe. Guidata dalle (pesanti) reti dal quartetto targato Elca-Cabrini-Comparoli-Perini (49 gol dei 64 complessivi), l’Omegna cercava una vittoria che avrebbe messo un sigillo alla voce “playoff”, consentendole di scavalcare proprio l’Oleggio e portarsi ai piedi dell’Accademia. Ma al termine dei 90’ il tabellino dice 2-2, decretando un pareggio che fa comodissimo a entrambe, proiettandole direttamente al primo turno dei playoff. A partire forte è l’Oleggio, che trova il gol dopo neanche 10 minuti. Corner per gli ospiti, Vacirca alla battuta e traiettoria insidiosa che non lascia scampo a Borella, messo in difficoltà anche da una leggera deviazione che lo manda fuori tempo. Si va oltre la mezzora con l’Oleggio che va vicinissimo al raddoppio in più di un’occasione (su tutte, la traversa di Diana). Ma l’Omegna trova la forza di reagire, buttandosi in avanti anche coi terzini. È così che infatti arriva il gol di Baldo, che trova il gol con un sinistro all’angolino dopo esser salito in appoggio alla manovra dei rossoneri. Nel secondo tempo l’intensità viene meno, con il conseguente calo anche delle occasioni. Tanti falli e gioco spesso frammentato fino alla mezz’ora, poi però sale in cattedra Maio che coglie alla perfezione la sponda di Ardizzoia siglando l’1-2. Nel finale Dossena stravolge la squadra cambiando anche il portiere e abbassando improvvisamente ritmo e intensità. Con questi presupposti l’Omegna si riversa in avanti trovando il gol del pareggio grazie al destro di Iob che chiude di fatto i conti. Tra 7 giorni la sfida si ripresenterà in chiave playoff e la posta in gioco sarà decisamente più alta.

 

Dossena: <<Un pareggio importantissimo perché ci consente di chiudere terzi. Abbiamo fatto un ottimo campionato, abbiamo sempre giocato in 12, entrando in campo ogni volta con un grande entusiasmo>>.

Gherardini: <<Abbiamo sofferto molto all’inizio, poi siamo riusciti a reagire trovando pareggio nel finale. I ragazzi hanno dimostrato in pieno in loro valore, meritando l’accesso a questi playoff>>.

[GA1] 

Marcatori, formazioni e cartellini

 

Risultato: 2-2 (1-0, 1-1, 1-2, 2-2)

Reti: 9’ Vacirca (Ol), 34’ Baldo (Om), 32’st Maio (Ol), 44’st Iob (Om).

 

Omegna 4-3-1-2

Borella 7;

Pastorelli 6, Iob 7, Bainotti 6.5, (22’st Pontiroli 6), Baldo;

Perini 7, De Ponti 6, Montani 6;

Cabrini 6.5 (45’st Racis sv).

Comparoli 6, Elca 6.5.

All. Gherardini 6.5

A disp. Piazza, Ferro, Contalbrigo, Musu, Perini L.

 

Oleggio 4-3-1-2

Gros Jacques (41’st Passarelli sv) 6;

Shabanaga 6, Sironi 7, Salvigni 6.5, Zuliani 6 (35’st Maioli sv);

Caporale 6.5, Ardizzoia 6 (42’st Lepore sv), Vacirca 6.5;

Diana 6.5 (39’st Passarella sv);

Stefanazzi 6 (12’st Ferraris 6), Maio 7.

All. Dossena 7

A disp. Villa, Anchisi.

 

Ammoniti: 10’ Iob (Om), 9’st Shabanaga (Ol)

Espulsi:

Arbitro: Younes di Torino 5.5

 

Pagelle

 

Omegna

Borella 7 Un paio di parate sensazionali.

Pastorelli 6 Copre bene.

Baldo 7 Partita di grande sacrificio.

Bainotti 6.5 Solido. Sbaglia pochissimo.

Iob 7 Trova un gol importantissimo.

Perini A. 7 Partita impeccabile.

Elca 6.5 Si danna fino alla fine.

De Ponti 6 Fa il suo e lo fa bene.

Comparoli 6 Non trova mai l’occasione giusta.

Cabrini 6.5 Si muove bene tra le linee.

Montani 6 Fatica un po’ lì in mezzo.

All. Gherardini 6.5 Playoff raggiunti con grande merito.

 

Oleggio

Gros Jacques 6.5 Bene in diverse occasioni.

Ardizzoia 6 Gioca con personalità.

Zuliani 6 Sale coi tempi giusti.

Salvigni 6.5 Comanda la difesa.

Sironi 7 Roccioso, tra i migliori dei suoi.

Shabanaga 6 Tiene bene sull’esterno.

Stefanazzi 6 Non trova mai lo spunto decisivo.

Caporale 6.5 Attento, sbaglia pochissimo.

Maio 7 Gol da attaccante vero.

Vacirca 6.5 Apre le marcature.

Diana 6.5 Personalità. La traversa gli nega la gioia personale.

All. Dossena 7 Non poteva sperare in un traguardo migliore.


 [GA1]

Allegati