**DEMO**
Pagelle Cuneo
Modifica
inviato da Demo 28/05/2017 alle ore 20:20

Cuneo
7 Giacomo Piretro Raccogliere il pallone due volte in fondo al sacco senza avere particolari responsabilità fa male. Dolore che si amplifica quando eviti il pasticcio su una presa scivolosa tenendo la sfera sulla riga e ti opponi a Pappalardo con una spaccata nell’uno contro uno. Parate 4, Giocate di piede 5, uscite 8.
7.5 Matteo Benso Si affanna mantenendo una concentrazione fuori dal normale nelle chiusure precise al micron su Pappalardo e Gonzino. Non sembra un caso che proprio Pappalardo si sia messo in luce dopo la sua uscita dal campo. 38’ st Franco 6 Giocatore più fisico di Benso. Chiusure 12, falli 0, Cross 0.
5 Giovanni Vincenti Nonostante una prestazione generale accettabile (con un paio di arrivi sul fondo), ha la sfortuna e la poca bravura nel trovarsi sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato. Le occasioni più grosse dell’Accademia e i gol subiti lo hanno spesso visto distratto nelle marcature, giornataccia da dimenticare. Chiusure 10, falli 2, Cross 2.
7.5 Nicholas Negro Lui e Ekra si smezzano il mai voluto premio di migliore in campo della squadra sconfitta. Il centrocampista cuneese forma un ottimo tandem con Angeli e, dopo un avvio un po’ troppo falloso, inizia la sfida personale con Abazi a suon di occasioni. È ben chiaro chi sia stato a vincerla ma almeno la mezza crepa nel muro con la punizone del pareggio l’ha creata. Palle recuperate 8, dribbling 4, tiri 4.
6 Gabriele Del Piano  Non ha paura ad anticipare gli attaccanti, sia che si tratti di anticipi sulle palle alte, sia sulle spazzate arrivate da dietro gli attaccanti, quando meno se lo sarebbero aspettati. I gol su palla inattiva, però, sono una brutta costante. Chiusure 9, Falli 1, colpi di testa 4.
6 Andrea Giuliano Un po’ troppo caldo nel riscaldamento pare provocargli un’occlusione di una vena, vista la falciata che riserva a Colombo dopo appena 12’. Nel resto dell’incontro arriva là dove Del Piano va a vuoto ma paga la stessa sorte sui gol subiti. Chiusure 11, Falli 5, colpi di testa 10.
7.5 Andrea Rrotari Trottola impazzita e ingestibile sulla fascia destra, si dispera quando Abazi gli strappa dalla gola l’urlo per l’eventuale gol-lampo e cresce, disputando un secondo tempo a suon di dribbling ubriacanti. Chi come lui si è messo così in luce, dovrebbe andare a casa con la coppa tra le mani. Palle recuperate 6, Dribbling 17, tiri 2.