**DEMO**
Libero cinema in libera TERRA
Al via quest’estate l’undicesima edizione del Festival itinerante contro le mafie, dove cinema e legalità si incontrano
Modifica
Immaginate di voler andare al cinema, ma di non potere, perché il paese in cui vivete non ne ha. Immaginate ora di avere 5, 10 cinema nella vostra città, ma di voler provare un nuovo modo di sperimentare la visione di un film. Bene, in entrambi i casi c’è la soluzione per voi: è
Libero Cinema in Libera Terra
, una carovana di cinema itinerante contro le mafie che ogni estate viaggia per la penisola, e oltre i confini, con un furgone attrezzato con tecnologie digitali. In poco tempo si allestisce una sala cinematografica all’aperto, per portare i film tra le persone.
Il progetto, ideato da Cinemovel Foundation e Libera!, sceglie come location di questi rendez vous cinefili luoghi simbolici, come periferie, terre e beni confiscati ai mafiosi, e titoli di impatto. Quest’anno il festival si apre a Trevico, nella città natale di Ettore Scola, presidente onorario di Cinemovel.
In dieci anni la carovana ha percorso più di 80000 chilometri, proiettando tantissim film in oltre 100 piazze e coinvolgendo cittadini, da Roma, a Rimini, a Corleone, a Casal di Principe.
Obiettivo del festival è coinvolgere i cittadini del presente,
cosmocivici
, nella convinzione che la democrazia si eserciti nelle piazze aperte al pubblico confronto.
Quest’anno il festival sarà portato in giro per l’Italia con due tre tappe per ogni regione, per poi approdare in Francia, a Parigi, in autunno.
Dalla lotta per la legalità al rispetto dei valori sociali di una comunità moderna e democratica: questi i temi portanti della rassegna. Tutte le serate del festival saranno aperte dallo spettacolo dal vivo tra cinema, fumetto e lavagna luminosa, un progetto di arte partecipata ideato da Cinemovel.
Parte integrante del festival sono anche due campi estivi aperti ai ragazzi che uniscono cinema e volontariato. “La sorpresa del cinema” si svolge a Polistena, in Calabria, dal 4 al 11 luglio, dedicato a Ettore Scola, si pone l’obiettivo di costruire insieme ai partecipanti nuovi percorsi culturali: il cinema itinerante, appunto, il guerrilla cinema, You Tube. Il secondo - Ciak si gira - organizzato a Palermo dal 10 al 16 luglio è un vero e proprio percorso di video making: partendo da concetti chiave da comunicare, i partecipanti proveranno ad esplicitarli attraverso forme espressive diverse. Da Polistena e Palermo la carovana partirà poi per le altre tappe in giro per l’Italia fino al 24 luglio.