**DEMO**
La Pregnanese ottiene una vittoria "sporca"
Costanzo ringrazia Porro e la dea bendata per il successo contro il Cuggiono
Modifica
inviato da Demo 10/03/2018 alle ore 18:16

PREGNANESE-CUGGIONO 1-0

RETI: 13’ st Aut. Galavresi (P).

PREGNANESE 4-3-3: Remartini 6, Paganotti 6.5 (35’ st Piacquaddio), Clerici 6, Nebuloni 6.5, Scobbo 6.5, Felisari 6.5(40’ st Ben Khalifa), Porro 7.5, Cattaneo 6.5, Italiano 6, Farinelli 5.5, Mazza 7. All. Costanzo 6.5. A disp. Lucini , Varì.

CUGGIONO 3-5-2: Negrini 6, Pastori 5.5, Luperi 6.5, Canay 6, Galavresi 5, Fornaro 5.5, Di Stazio 5.5 (1’ st Giacalone 6.5), Carnaghi 6, Valdesturli 5.5 (25’ st Marku), Battaglia 5, Misci 5.5. All. Coppola 5.5. A disp. Colombo , Baroli.

ARBITRO: Chiariello di Legnano 6.

Vittoria importante quella ottenuta dalla Pregnanese di Costanzo contro i ragazzi in maglia azzurra del Cuggiono, con l’obiettivo terzo posto sempre più alla portata dei padroni di casa. La partita non è stata spettacolare, ma è rimasta sempre in mano alla squadra rossa, che ha corso pochi pericoli e creato le migliori palle gol. La prima occasione del match è appunto a tinte rosse, con Porro che centra in pieno la traversa direttamente su calcio di punizione. Poco dopo Mazza rientra sul destro e calcia, ma la sua conclusione viene deviata in corner. Il primo tempo si riaccende solo nel finale, quando il portiere ospite anticipa Farinelli, ma respinge corto e Italiano manda a lato il tap-in da pochi passi. L’ultima emozione della prima frazione la regala Farinelli, che è egoista e conclude sull’esterno della rete da posizione defilata anziché servire i compagni a centro area. Ad inizio ripresa si rende pericoloso anche il Cuggiono con un tentativo del neo-entrato Giacalone, ma Remartini non si fa sorprendere. Poco più tardi però Italiano approfitta di un errore di Canay, trovando la risposta in corner di Negrini. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Mazza effettua un cross e Galavresi lo devia involontariamente nella sua porta, regalando il vantaggio alla Pregnanese. La risposta degli ospiti è affidata al corner battuto da Giacalone, sul quale però non riesce ad intervenire nessun compagno. La squadra di Costanzo allora inizia a giocare anche con il cronometro per portare a casa la vittoria e sfiora anche il raddoppio nei minuti conclusivi, con un contropiede orchestrato da Mazza e concluso sul fondo da Farinelli. Al termine della partita Costanzo elogia Porro (migliore in campo) e dichiara:<<Era importante portarla a casa in un modo o nell’altro. Non avevamo obiettivi ad inizio anno, ma ora inseguiamo il terzo posto, ci aspettano due scontri diretti e noi ci crediamo>>. Invece Coppola, allenatore del Cuggiono, si dice comunque soddisfatto:<<Posso solo fare i complimenti alla mia squadra, ci siamo dimostrati alla loro altezza e voglio fare i complimenti anche al direttore sportivo Dino Fornaro e al mio vice Patrick Valenti che mi sostituiscono quando son assente agli allenamenti. La nostra pecca è la finalizzazione e su quella lavoreremo per migliorarci fino alla fine>>.

 

PREGNANESE 4-3-3:

Remartini 6 Viene chiamato in causa una sola volta e risponde presente.

Paganotti 6.5 Si propone spesso in avanti (35’ st Piacquaddio sv).

Clerici 6 Si limita al compitino.

Nebuloni 6.5 Giganteggia in difesa, le prende tutte lui di testa.

Scobbo 6.5 Come il compagno di reparto, non commette errori.

Felisari 6.5  Gestisce bene palla nel mezzo (40’ st Ben Khalifa sv).

Porro 7.5 Risulta il migliore in campo grazie alla sua qualità nelle giocate.

Cattaneo 6.5 Tenta spesso gli inserimenti senza palla.

Italiano 6 Effettua delle belle finte, anche se è poco concreto.

Farinelli 5.5 Gli capitano un paio di occasioni e le spreca entrambe.

Mazza 7 I compagni si affidano a lui per le ripartenze.

All. Costanzo 6.5 I suoi non disputano un match indimenticabile ma vincono.

 

CUGGIONO 3-5-2:

Negrini 6 Viene battuto da un compagno di squadra.

Pastori 5.5 In difficoltà contro i rapidi esterni rossi.

Luperi 6.5 Il migliore della retroguardia azzurra.

Canay 6 Dietro alterna sbavature ad ottime chiusure.

Galavresi 5 Purtroppo per lui l’autorete risulta decisiva.

Fornaro 5.5 Viene chiuso nella morsa dei centrocampisti avversari.

Di Stazio 5.5 Non riesce ad incidere come vorrebbe.

1’ st Giacalone 6.5 Il suo ingresso porta la vivacità che mancava.

Carnaghi 6 Il capitano è uno degli ultimi a mollare.

Valdesturli 5.5 Sostituito per la poca spinta in fase offensiva (25’ st Marku sv).

Battaglia 5 Non riesce mai a rendersi pericoloso.

Misci 5.5 Poteva sfruttare meglio la sua velocità in attacco.

All. Coppola 5.5 A fine partita fa mea culpa, non rimproverando nulla ai suoi.